slider1.jpeg
Tenuta
Villa Ambretta

Vivere in Maremma

0headerIMG_3192.jpeg
IMG_6109.jpeg
0headerIMG_3206.jpeg
1headerIMG_2840.jpeg
0headerIMG_3209.jpeg
previous arrow
next arrow

Scopri la Villa Ombrone

L'olio d'olivo

Coltivati ​​in modo tradizionale, i nostri uliveti sono su terreni in pendenza ricchi di minerali che donano al nostro olio un sapore autentico.

Leggi tutto...

Il nostro impegno per l'arte: la fondazione

Villa Ambretta Arte si propone di ospitare artisti in residenza e promuovere attività artistiche in Toscana e non solo.

Leggi tutto...

Una posizione ideale

Tra Siena e il mare, nel cuore della campagna etrusca, Villa Ambretta occupa una posizione privilegiata di facile accesso: è equidistante dagli aeroporti di Pisa, Firenze e Roma (meno di 2 ore di auto) e 15 minuti da Grosseto.

Un impegno eco-responsabile

Da tremila anni, dal periodo etrusco, l'uomo ha mantenuto con questa terra un rapporto di intelligenza e di reciproca complicità benefica che intendiamo preservare quotidianamente .

Preferiti

Poiché amiamo appassionatamente questa regione della Toscana marittima chiamata "La Maremma", saremo felici di farvela conoscere e amare condividendo con voi i nostri preferiti: un piacevole ristorante, una magnifica spiaggia, un museo sorprendente, un borgo medievale con vicoli deserti.

Segui le nostre novità

La vita alla Villa Ambretta
Carpe diem

Ottobre 2021

La qualità dell'olio d'oliva dipende da diversi fattori. L'oliva ovviamente. Ogni varietà di olivo produce un'oliva dai sapori diversi. Nei nostri uliveti coltiviamo cinque diverse varietà, ovviamente tutte certificate “Toscana”.

Poi viene la raccolta e prima di tutto il momento della raccolta. Questo viene fatto quando l'oliva verde inizia a diventare marrone, che si chiama "invaiatura". Un olio raccolto al momento giusto sarà gradevolmente profumato e avrà un sapore di piccante gradevole.

Una volta raccolta, l'oliva inizia immediatamente un processo di fermentazione che ne influenzerà negativamente le proprietà gustative. Per questo, portiamo le nostre olive al frantoio dopo ogni giorno di raccolta. Questo ci permetterà di ottenere un olio di qualità "extravergine" perché il suo tasso di acidità sarà molto basso (inferiore allo 0,8%), a differenza dell'olio vergine di oliva che ha un tasso di acidità più alto, senza menzionare gli oli di oliva, che non hanno la qualifica di vergine e la cui acidità supera il 2%.

Infine, naturalmente, arriva il momento della pressione. Ovviamente qui si tratta solo di prima spremitura e spremitura a freddo, l'unica modalità che permette di ottenere un olio dalle qualità gustative soddisfacenti. Naturalmente nel commercio, o trova olii che risultano da una seconda spremitura, che sono stati riscaldati, anche oli di oliva raffinati che mescolano oli che si dicono "lampanti", perché non idonei al consumo, con olio di oliva vergine.

Da parte nostra, siamo molto orgogliosi di affidare le nostre olive al Pressoir Coopératif Aldobrandeschi de Campagnatico di cui siamo membri attivi. Oltre al fatto che si trova a poche centinaia di metri da uno dei nostri uliveti, lo abbiamo scelto per la qualità del suo processo di pressatura e soprattutto per la competenza dei suoi dipendenti.

È così che offriamo alla tua tavola un olio extra vergine di oliva eccezionale con notevoli qualità olfattive, gustative e nutrizionali.

06/10/2021

Settembre 2021

Quest'estate abbiamo ottenuto per tutti i nostri 6 oliveti la certificazione "IGP - Toscana", che è l'Indicazione Geografica Protetta per la Toscana.

L'ispezione ha riguardato i 2.744 olivi che coltiviamo e che sono stati certificati come varietà specifiche della Toscana : Moraiolo, Leccino, Frantoio, Pendollino e Rosselino.

La certificazione ha riguardato anche il metodo di potatura e la coltivazione degli alberi, che deve rispettare le pratiche olivicole della Toscana. Questo conferisce ai nostri oliveti l'aspetto tipico dei paesaggi della regione.

Leggi tutto...
31/08/2021

Agosto 2021

Il caldo di agosto avvolge la campagna toscana. Le mietitrebbie sono tornate nei loro capannoni. I trattori hanno smesso di lavorare su terreni induriti dal sole. Nel fresco dell'alba, si può talvolta sentire un contadino che porta i covoni di fieno secco.

Tutto invita al riposo e alla calma.

Eppure in questo torpore, c'è un insetto che è attivo: la mosca dell’olivo che viene a deporre le uova nelle giovani olive. Questi indeboliti dalle larve, cadranno presto a terra.

Leggi tutto...
10/08/2021